Siamo continuamente chiamati a rispondere a quesiti e a compiere scelte. Secondo i ricercatori mediamente prendiamo 35.000 decisioni al giorno (Sahanian e Labuzetta, 2013) e non sempre siamo pronti a decidere in maniera razionale in ogni situazione. A volte si tratta di scelte semplici, altre volte invece, le decisioni da prendere sono più complesse.

Cosa succede nella nostra mente quando siamo chiamati a decidere?

Il nostro cervello ha il compito di raccogliere tutte le informazioni presenti in una certa situazione, elaborarle e rielaborarle, per riuscire a comprendere la realtà delle cose e giungere ad una risposta che sia esaustiva e il più efficace possibile.

Affinchè il nostro cervello sia in grado di elaborare scrupolosamente ogni elemento circostante, visibile e non visibile, necessita di energie e tempo.

Cosa accade quando abbiamo poco tempo, oppure quando ci sentiamo mentalmente stanchi, ad esempio dopo una lunga giornata lavorativa? E ancora, quando siamo sotto stress e sentiamo una forte pressione addosso, siamo in grado di decidere al massimo delle nostre potenzialità?

La nostra mente, quando si trova sotto sforzo, mette in atto una strategia fondamentale: crea scorciatoie di pensiero, chiamate euristiche, che hanno l’obiettivo di semplificare e facilitare il processo decisionale. Tramite queste semplificazioni, siamo in grado di prendere una decisione facilmente, rapidamente e senza troppi sforzi cognitivi. Questa modalità di pensiero è inconsapevole, fortemente adattiva e ci permette di fare economia mentale.

Ma quanto queste scelte rapide e istintive possono definirsi realmente “buone” decisioni?

Questo webinar nasce con l’intento di approfondire il tema del decision making, una delle soft skill di fondamentale importanza per muoversi tra le varie situazioni di vita. In particolare, sarà l’occasione per comprendere e spiegare cosa accade nella nostra mente quando siamo chiamati a prendere una decisione, approfondendo l’origine e il funzionamento di euristiche e bias cognitivi che quotidianamente possono indurci in errore durante il processo decisionale.

 

DECISION MAKING – Lose or Win
Una partita a scacchi con la nostra mente

L’ostacolo più grande per prendere “buone” decisioni? Noi stessi.
 
Giovedì 19 e Martedì 24 Maggio 2022, dalle 18.00 alle 20.00
su Piattaforma ZOOM (previa formalizzazione dell’iscrizione)

 

All’evento prenderanno parte:

Prof. Andrea Ceschi, Università degli Studi di Verona
Professore Associato in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni
LE COMPETENZE DECISIONALI
Un contributo scientifico per imparare a riconoscere e contrastare le euristiche e gli errori cognitivi (bias) che ostacolano il pensiero critico conducendoci verso «cattive» decisioni.

Prof. Massimo Bustreo, Università IULM di Milano
Adjunct Professor of Work and Organizational Psychology, Trainer, Personal and Business Coach 
LE DECISIONI TRA NEUROSCIENZE E RELAZIONI
Dalle neuroscienze le chiavi di lettura e alcuni suggerimenti pratici per prendere consapevolezza dei meccanismi attraverso cui la nostra mente ci rende “liberamente obbligati” nelle decisioni quotidiane influenzandoci anche da un punto di vista relazionale e sociale.  

NOTE ORGANIZZATIVE

Organizzatrici e Coordinatrici: Dott.ssa Marija Gostimir e Dott.ssa Annaclara Bitondo, Centro Camilliano di Formazione
Segreteria organizzativa: Sig.ra Paola Silvestri, Centro Camilliano di Formazione
Crediti CNCP: nr. 2
Costo complessivo dei due incontri on-line: € 60,00 + IVA
– La proposta comprende la partecipazione ad entrambi i momenti di formazione.

Per informazioni e iscrizioni:
mandare una e-mail entro il 14 Maggio 2022 a amministrazione@sentieriformativi.it
oppure telefonare alla nostra segreteria al numero 045 91 37 65 dal lun al ven, con orario 08.30/12.30